I vini

La raccolta delle uve avviene a mano ed inizia a metà settembre per concludersi entro la prima quindicina di ottobre.

La vinificazione delle uve si svolge in serbatoi di acciaio inox di varia capacità a temperatura controllata.
E’ qui che avviene naturalmente, in 12-15 giorni, la fermentazione alcolica: lo zucchero delle uve si trasforma in alcool.
In seguito avviene la svinatura, ossia la separazione tra le bucce e il vino.

Le bucce fermentate vengono immesse nella pressa pneumatica per ottenere ulteriore vino.

Il vino, privato delle bucce, rimane nei tini d’acciaio per ulteriori 20-30 giorni dove compie una seconda fermentazione, quella malolattica: l’acido malico presente nella polpa dei frutti si trasforma naturalmente in acido lattico, rendendo il gusto del vino più rotondo e meno acido.

Dopo il travaso, il vino viene messo in affinamento in botti di diversa capacità secondo la tipologia.

Durante queste fasi si effettuano numerosi assaggi, con cui si decide la destinazione produttiva delle varie partite e quindi il tipo di affinamento a cui andranno incontro.

Terminato l’affinamento (da uno a tre anni secondo il prodotto), il vino viene imbottigliato, per rimanere poi nei nostri magazzini per almeno quattro mesi.
Per maggiori informazioni rivolgersi a: prodotti@vignamaggio.com

Il Chianti Classico “Terre di Prenzano” ha un colore rosso vivo e il suo profumo è caratterizzato da note di ciliegia e lampone tipiche del vitigno, dal gusto caratteristico e rotondo.
CHIANTI CLASSICO DOCG
TERRE DI PRENZANO

IL NOME
Prenzano era un antico podere di Vignamaggio. Le uve del vino Chianti Classico Terre di Prenzano provengono anche da questi terreni, che si trovano a poche centinaia di metri dalla villa.
IL VINO
“Terre di Prenzano” è un Chianti Classico tradizionale e viene prodotto unicamente con uve Sangiovese. L’affinamento è di circa un anno e avviene in botti di rovere da 20 a 40 ettolitri, concludendosi in vetro per circa 3 mesi.

Scarica la Scheda Tecnica in formato PDF

CHIANTI CLASSICO DOCG GHERARDINO

IL NOME
Il nome del nostro Classico per eccellenza, è dedicato alla famiglia Gherardini, che edificò Vignamaggio nel XIV secolo.
IL VINO
Questo vino viene prodotto con Sangiovese 80-90% e Merlot 10-20%. Dopo le fasi di raccolta e vinificazione, si effettua poi un affinamento di circa 16-20 mesi in botti di rovere da hl 15-20 e infine una permanenza in bottiglia per almeno tre mesi.

Scarica la Scheda Tecnica in formato PDF

Il vino appare di colore rosso piuttosto intenso, di profumo particolarmente fruttato con note di piccoli frutti rossi come mora e lampone, dal gusto pieno e morbido.
Il vino è di color rosso rubino profondo. Il profumo è molto intenso, persistente, molto fine, ampio, con sentori di rovere e frutti di bosco. In bocca l’impatto è pieno, lungo, caldo.
CHIANTI CLASSICO
GRAN SELEZIONE
“RISERVA DI MONNA LISA”

IL NOME
Vignamaggio è per tradizione il luogo di nascita di Monna Lisa Gherardini, la “Gioconda” dipinta da Leonardo da Vinci. Questo vino è dedicato alla nobildonna del ritratto.
IL VINO
Il Chianti Classico Gran Selezione viene prodotto solo nelle annate migliori, con le uve aziendali provenienti dalle zone vitate più vocate, ovvero quelle esposte a sud ovest. L’uvaggio è costituito da Sangiovese per l’85% e da Merlot e Cabernet Sauvignon per il 15%. Nella prima decade di ottobre le uve destinate alla sua produzione vengono selezionate severamente prima nel vigneto e poi in cantina, su nastri di cernita. Il mosto rimane sulle bucce per 16-18 giorni, al termine dei quali si effettua la svinatura. Dopo la fermentazione malolattica, il vino è affinato in parte in barriques di rovere francese per 18-20 mesi e in parte in botti più grandi. L’affinamento minimo è di 30 mesi, di cui almeno 3 in bottiglia.

Scarica la Scheda Tecnica in formato PDF

CABERNET FRANC
IGT Toscana Rosso

IL VINO
Le uve con cui viene prodotto questo vino, provengono da viti di oltre quaranta anni, riscoperte per caso negli anni ’90. Il vino che si ottiene sfugge ai tradizionali schemi che vogliono il Cabernet Franc un prodotto con tannini grezzi ed un marcato odore erbaceo. Infatti le bassissime produzioni per pianta e il clima piuttosto caldo della zona, rendono questo vino pieno e ricco di tannini eleganti.

Scarica la Scheda Tecnica in formato PDF

Dal colore rosso intenso, il Cabernet Franc di Vignamaggio ha un profumo ampio, particolarmente fruttato con gradevoli note di peperone tipiche del vitigno. Il suo sapore è rotondo, di ottima consistenza e di grande intensità.
Il vino si presenta di colore rosso intenso, di profumo complesso con note di fruttato, di speziato e di liquirizia; al gusto risulta molto morbido e di grande intensità.
WINE OBSESSION
IGT Toscana Rosso

IL NOME
I nomi delle fragranze, forse più liberi dai vincoli che legano i vini alla tradizione, hanno ispirato Vignamaggio nella scelta di “Wine Obsession” per designare questo vino: un nome capace di ricondurci alle visioni che spesso pervadono i nostri sogni. Wine Obsession ha una veste unica, sei etichette dipinte da sei artisti differenti si rifanno a un tema comune, che cambia ogni tre annate.
IL VINO
Un vino senza Sangiovese è per la Toscana una particolarità: infatti Wine Obsession viene prodotto da uve Merlot e Cabernet Sauvignon in proporzioni variabili secondo l’annata. Dopo la raccolta, che viene in tempi diversi per i due vitigni, e la vinificazione nei fermentini d’acciaio, i vini affinano in barriques per periodi variabili da 18 a 20 mesi.

Scarica la Scheda Tecnica in formato PDF
Etichette

IL MORINO
IGT Toscana Rosso

IL NOME
Morino era il soprannome di Silvano Damiani, agricoltore che lavorò a Vignamaggio per più di 40 anni. Il nome deriva dal colore della sua pelle abbronzata durante le lunghe ore di lavoro nei campi, sotto il sole estivo. Quando il Morino ci ha lasciato, Vignamaggio decise di dedicargli un vino che lo ricordasse.
IL VINO
Il Morino è costituito da uve Sangiovese tra il 60 e il 70% e Merlot tra il 30 e 40% che provengono dai vigneti più giovani dell’azienda. Dopo un affinamento di 9 mesi in serbatoi d’acciaio, il vino viene imbottigliato.

Scarica la Scheda Tecnica in formato PDF

Il Morino è un vino fresco, piacevole, profumato, dal colore rubino e dal gusto vivace. La sua bevibilità e la sua piacevolezza ne fanno un perfetto accompagnamento per piatti leggeri della cucina quotidiana.
Albaluce è di color rosa tenue, di profumo piacevolmente fruttato e con note di piccoli frutti rossi tipiche del vitigno. Il sapore è fresco, ma al contempo morbido.
ALBALUCE
IGT Toscana Rosato

IL NOME
Il nome Albaluce descrive perfettamente il colore luminoso e perlato del Rosé di Vignamaggio.
IL VINO
Albaluce è un vino rosato, che viene prodotto da uve Sangiovese provenienti dai vigneti aziendali e vendemmiate a fine settembre. Dopo una pressatura soffice, il mosto svolge la fermentazione alcolica “in bianco”, ossia senza la presenza delle bucce, in un serbatoio di acciaio inox alla temperatura controllata di 18-20 gradi. Il vino rimane nell’acciaio per circa sei mesi, trascorsi i quali viene imbottigliato.

Scarica la Scheda Tecnica in formato PDF

VINSANTO del
Chianti Classico D.O.C.

IL NOME
In Toscana il Vinsanto è il vino dell’accoglienza: viene infatti spesso offerto fuori pasto agli ospiti o a tavola per accompagnare pasticceria secca o formaggi erborinati. Sull’origine del nome sono state fatte varie ipotesi, nessuna però attestata: vino miracoloso che alleviava le pene dei malati di peste, vino simile a quello di Xantos, isola greca dove veniva prodotto il passito oppure, più semplicemente, il vino della Messa; l’etimologia del Vinsanto è ancora oggi intrisa di mistero.
IL VINO
Il Vinsanto, che si produce dalle varietà a bacca bianca Malvasia Lunga del Chianti e Trebbiano Toscano, rappresenta una produzione tradizionale del Chianti. Le uve, dopo l’appassimento naturale di tre mesi in un ambiente aerato, vengono pressate ed il mosto ottenuto è posto senza le bucce, dopo una leggera decantazione, in piccole botti di rovere (caratelli) della capacità di 75-100 litri, dove fermenta e dove rimane per almeno quattro anni, al termine dei quali si imbottiglia. Il vino presenta sempre un residuo zuccherino più o meno importante secondo l’annata.

Scarica la Scheda Tecnica in formato PDF

Il vino ha un color giallo oro con riflessi ambrati, il profumo ricorda tipicamente il miele e la frutta secca; al gusto si presenta caldo, intenso, marcatamente dolce, ma sostenuto da una buona acidità.
La grappa appare di colore ambrato, di profumo pieno, con sentori di legno e frutta secca, di sapore morbido, fine, armonico, vinoso.
GRAPPA INVECCHIATA

La grappa viene ottenuta dalle migliori vinacce fermentate delle uve Chianti Classico di Vignamaggio, attraverso un processo di distillazione a vapore, che avviene in un vecchio alambicco di rame a ciclo discontinuo. La grappa rimane per almeno 12 mesi in piccoli fusti di rovere. La gradazione alcolica finale è di 40 gradi.

Scarica la Scheda Tecnica in formato PDF

Vinsanto X

X è una lettera che unisce il suono di due consonanti, ma è anche un’incognita misteriosa, il simbolo di un pericolo o un momento cruciale.
Per questo Vinsanto, X equivale soprattutto a un numero, il 10, che corrisponde agli anni passati ad affinare nei caratelli di rovere, custoditi all’ultimo piano della villa di Vignamaggio.
Dieci lunghi anni di attesa conferiscono a Vinsanto X un aroma avvolgente di miele e noce, un retrogusto di mandorla, un colore ambrato con riflessi d’oro.
Riflessi dorati che abbiamo catturato e impresso sulle etichette, grazie ad un’applicazione in oro 24 carati.
L’oro è stato applicato su 100 bottiglie in edizione limitata, 100 pezzi unici e realizzati artigianalmente, 100 piccole opere d’arte da custodire come un ricordo prezioso.

Scarica la Scheda Tecnica in formato PDF

Il vino haun aroma avvolgente di miele e noce, un retrogusto di mandorla, un colore ambrato con riflessi d’oro.

Leave a reply